Cos’è la FIVI

Parlare della FIVI mi imbarazza, perché mi tocca parlarne sempre troppo bene, e sembro poco obbiettivo.

Il fatto è che il vignaiolo FIVI  esprime due grandi qualità, la fierezza d’essere indipendente e l’intelligenza di cercare il sostegno dei colleghi.

In tante cose chi sta in vigna non solo può, ma deve decidere da solo, è il solo modo per dare al vino un’impronta personale.

Ma in tante altre situazioni è solo raggiungendo una massa critica che si riesce ad essere ascoltati, a fare opinione.

E poi la FIVI non è nata per dare uno stipendio a qualche burocrate, ma è fatta da chi passa la vita in azienda, basta guardare i nomi dei dirigenti, c’è il meglio della viticultura italiana.

Se non siete convinti, venite sabato 1 e domenica 2 dicembre, al mercato dei vini di Piacenza e potrete conoscerli di persona.

E se il vino non vi piace (ma allora perché cavolo siete su winestories?), potete fare un salto a trovarmi alla mostra fotografica, dove comunque vi toccheranno le facce dei miei amici vignaioli indipendenti!

 

Condividi questo post su

6 Commenti

  1. Queste fotografie sono stupende… ne voglio una anche io! Ci vediamo a Piacenza, per ora.

    Rispondi
  2. Davvero belle fotografie, si coglie lo sguardo “innamorato” della materia… Ci si vede a Piacenza spero!

    Rispondi
    • Grazie Cristiano, e a presto!

      Rispondi
  3. Bravi e continuate cosi’ ………….

    Rispondi
  4. Questo video rivela l’anima e l’essenza del vignaiolo, bravissimo Mauro! Ritratti autentici, questa è la FIVI

    Rispondi

Invia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *