Lorenzo Accomasso

La Morra, frazione Annunziata,  da Lorenzo Accomasso. La prima volta ci sono andato in compagnia di Milena Vaira, produttrice, “vengo anch’io, meglio che ti presenti, è un tipo un po’ così, ma non puoi non conoscerlo, lui è il barolo”.

Lo troviamo in cantina, un piccolo capannone affascinante quanto una periferia industriale la domenica pomeriggio.

Non ci sente arrivare, indaffarato com’è con tubi e tini.

Quando alza la testa, si illumina di un meraviglioso sorriso sdentato, due occhi azzurri ridenti. È alto, dritto come un fuso, la stretta di mano forte. È del ’34, ma per scoprirlo ho dovuto mettere insieme diversi indizi, perché lui non ha mai voluto dirmelo.

Si tuffa in una serrata discussione in dialetto con Milena, discussione di cui afferro solo un paio di pronomi e mezza dozzina di aggettivi. Lo convinciamo a concedersi (è il termine esatto) per un’intervista, ed eccoci qui.

 

Condividi questo post su

2 Commenti

  1. Un grande contadino di Langa!….la sua casa è meta di pellegrinaggio di molti appassionati, i suoi vini pezzi di storia.

    Rispondi
  2. Sono stato a trovarlo qualche mese fa, grande persona e grande il suo Barolo!!!
    Davvero bello il post / video.

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *